Menu LatinaPerStrada.it

Norcia vietata ai giovani pontini

Nessuna traccia della Berretti campione d'Italia

Sono stato a Norcia, una cittadina deliziosa. Immerso nel verde dell’Umbria ho potuto gustare i sapori della fantastica cucina locale, ammirando le pittoresche e fornitissime salumerie abbellite da teste di cinghiale e festosi ritratti di maialini.

Ma a Norcia sono stato soprattutto per vedere il Latina al lavoro e per studiare i metodi di mister Auteri, un personaggio autoritario e sicuramente dalle idee chiare. Mi hanno fatto una buona impressione soprattutto i giovani nerazzurri: le sgroppate di Di Chiara, le doti in palleggio di Maltese, la sostanza di Ristovski.

L’unica cosa che non mi ha convinto è stata la totale assenza di giovani calciatori pontini: al centro “Allegrini” non c’era traccia dei vari Addessi, Celli o Barbazza. Con questo non voglio dire che tali ragazzi abbiano già i mezzi e la caratura per trovare spazio in un campionato così difficile come la serie B.

Resta il fatto, però, che fino a prova contraria la Berretti di Ghirotto poche settimane fa si è laureata campione d’Italia! Perché allora non concedere un rapido assaggio di prima squadra a questi talenti?

Se lo sono anche meritato, o sbaglio? Allenarsi con Cottafava e soci sarebbe servito loro per crescere ancora, e magari per evitare il rischio di finire le dimenticatoio!

Lettera firmata

Sponsor