Menu LatinaPerStrada.it

Sport

Andreoli da Libro Cuore: battuta Istanbul in rimonta

I pontini vincono al tiebreak, sabato il ritorno in Turchia

L’Andreoli si aggiudica al tiebreak la gara di andata della finale di Challenge Cup contro il Fenerbahçe Istanbul. Sabato alle 15-30 italiane si giocherà la gara di ritorno nella città sul Bosforo. Al Latina basteranno due set per andare al golden set, per evitarlo dovrà vincere ad Istanbul con qualsiasi risultato. Una gara dai due volti con un primo set “vietato ai malati di cuore” terminato, dopo alcune imprecisioni arbitrali, sul 30-32. Il Fenerbahçe con un facile 18-25 aveva ipotecato la gara con Marshall e il “vecchio” Miljkovic imprendibili.

Ma Simoni ha tirato dal cilindro la carta vincente girando la formazione così da far capitare Starovic davanti al cubano e liberare Skrimov in attacco. Il bulgaro, Mvp della gara, ha risposto con una prestazione da 10 e lode davanti al tecnico della nazionale bulgara Camillo Placì venuto a posta a Latina per vederlo. Vinto 26-24 il terzo set e 25-21 il quarto, l’Andreoli è riscita a risollevarsi anche nel tiebreak sotto 10-12, letteralmente trascinata dal pubblico del PalaBianchini sotto la spinta dell’inno di Mameli.

L’Andreoli con due ace di Candellaro si porta subito sul 2-0 e poi allunga con un muro di Verhees 8-2, Miljkovic e Marshall riportano il Fenerbhaçe sotto 9-8, un ace di Sottile per l’11-8 ma sono due muri di Gokk per la parità (12-12), si gioca testa a testa con le due squadre che si alternano al comando fino ad arrivare ai vantaggi dove un muro di Basaran chiude sul 30-32.

Secondo set con Latina avanti con un muro di Verhees (3-1), i turchi ribaltano il parziale 4-7 ma l’Andreoli si riporta in parità con Noda e un ace di Verhees (7-7), ancora un allungo del Fenerbahçe approfittando di un paio di errori pontini 9-14 e nel finale due break che chiudono il parziale 18-25. Terzo set con Simoni che ruota la formazione e l’Andreoli va avanti 4-0 sui servizio di Skrimov, i turchi rovesciano subito 4-5 e la gara si fa punto a punto fino a che Felipe porta il più quattro (14-18), i pontini non mollano e sul finale con Skrimov in battuta (due ace) ribaltano e chiudono 26-24. Latina con Skrimov e Verhees si porta sul 7-4, poi allunga con un rosso (per proteste) al Fenerbahce 13-9 quindi con Skrimov 17-11 e un muro di Sottile per il 20-13, i turchi si rifanno sotto 21-18 con l’Andreoli che chiude 25-21.  Quinto set, muro di Basaran (0-2), contrattacco di Felipe (2-5), ace di Noda (4-5), errore Istanbul e ace di Skrimov (9-8), muro di Basaran (10-11), muro (10-12) e ace di Marshall (11-14), dentro Fragkos, errore Basaran, contrattacco di Starovic, errore Felipe e Fragkos di prima intenzione 16-14.

  

Dario Simoni schiera Sottile in regia e Starovic opposto, Candellaro e Verhees al centro, Skrimov e Noda di banda, Rossini libero. Daniel Castellani risponde con Eksi al palleggio e Miljkovic opposto, Basaran e Gok centrali, Marshall e Felipe schiacciatori, Kilic libero.

Doppio ace di Candellaro (2-0), contrattacco di Skrimov ed errore di Felipe (5-1), Castellani ferma il gioco. Si riprende con un contrattacco di Starovic (6-1), muro di Verhees per l’8-2 del primo timeout tecnico. Ace di Eksi, contrattacco e muro di Miljkovic, 9-7 e Simoni chiede tempo. Si riprende con un muro di Marshall (9-8), ace di Sottile (11-8), doppio muro di Gok (12-12) il gioco si ferma sul 16-15 per il secondo timeout tecnico. Ace di Marshall, 17-18 e i pontini chiedono tempo. Contrattacco di Skrimov, 20-19, timeout dei turchi. Contrattacco di Miljkovic (21-22), dentro Michalovic per alzare il muro, contrattacco di Noda (23-22), contrattacco di Marshall (28-29), ace di Skrimov (30-29), ace Gok (30-31), muro di Basaran che chiude il parziale sul 30-32.

Secondo set, muro di Felipe (0-1), contrattacco di Skrimov e muro di Verhees (3-1), contrattacco di Marshall e Basaran di prima intenzione, 4-6 e Simoni chiama tempo. Eski (4-7), contrattacco di Noda (6-7), ace di Verhees (7-7) e il gioco si ferma sul 7-8 del timeout tecnico. Skrimov pesta la linea dei tre metri, muro di Marshall (7-10), errore di Noda (8-12), contrattacco di Felipe (9-14), il gioco si ferma sull’11-16 del secondo timeout tecnico. Sottile e Verhees non si trovano e Toy mette a segno l’ace del 18-25.

Terzo set Simoni ruota la formazione, ace di Skrimov doppio errore di Miljkovic, 3-0 e Castellani ferma il gioco. Si riprende con un altro ace di Skrimov (4-0), contrattacchi di Marshall, Miljkovic, errore di Starovic e ancora Miljkovic, 4-5 e Simoni chiede tempo. Muro di Gok (5-7), muro di Candellaro ed errore Miljkovic 8-7. Si riprende con un muro di Starovic (9-7), ace di Gok e muro di Marshall (9-10), ace di Noda (11-10), primo tempo di Basaran (11-12), contrattacco di Miljkovic e pipe di Filipe (13-16). Contrattacco di Felipe (14-18), ace di Verhees, 16-18 e Castellani chiama tempo. Muro di Marshall (16-20), contrattacco di Starovic (19-21), dentro Michalovic per alzare il muro, ace di Starovic (22-23), errore di Miljkovic, doppio ace di Skrimov (26-24).  

Quarto set, errore di Marshall (2-0), ace di Felipe (2-2), contrattacco di Skrimov e Verhees di prima intenzione (7-4), per l’8-5 del primo stop tecnico. Rosso per proteste al Fenerbahce (13-9) e Castellani chiama tempo. Errore di Marshall (15-10), sul 16-11 secondo tempo tecnico. Contrattacco di Skrimov, 17-11 e i turchi ferma il gioco dentro Ugur. Muro di Sottile (20-13), errore di Noda e contrattacco Miljkovic, 21-17 e Simoni ferma il gioco. Si torna in campo con un muro di Basaran (21-18), contrattacco di Skrimov (23-18), ace di Eski (23-20), e Skrimov mette a terra la palla del 25-21.  

Quinto set, muro di Basaran (0-2), contrattacco di Felipe, 2-5 e Simoni ferma il gioco. Ace di Noda 4-5 e Castellani chiede tempo. Sul 6-8 si cambia campo. Errore di Miljkovic, 8-8 e timeout Istanbul. Si torna in campo con un ace di Skrimov (9-8), muro di Basaran, 10-11 e Latina chiede tempo. Muro di Marshall (10-12), ace di Marshall (11-14), dentro Fragkos, errore Basaran, contrattacco di Starovic, errore Felipe e Fragkos di prima intenzione 16-14.

 

Gianrio Falivene: “Se avessimo giocato il campionato così… Queste sono le partite che ti fanno capire quanto vale la pena ‘fare’ sport. Al terzo set sembra che la partita fosse chiusa, poi invece esplode la gioia. Abbiamo vinto il primo tempo, ora andiamo a giocarci la coppa in Turchia”.

 

Sasa Starovic: “è la prima volta che mi trovo di fronte Miljkovic, dopo tante gare giocate insieme in nazionale, devo dire che è stato emozionante. Rispetto alla gara devo fare i complimenti a tutti i miei compagni. Davanti a questo pubblico abbiamo dimostrato un gran carattere, ma ancora non abbiamo fatto niente”.

 

Salvatore Rossini: “un applauso a Skrimov che ci ha rimesso in partita nel terzo set, ovviamente con il contributo di tutti. Il pubblico, la Città e la società si meritavano questa vittoria”

 

Leonell Marshall: “mi aspettavo una finale così, peccato per non aver chiuso al tiebreak. L’arbitraggio è stato scandaloso, i primi due set contro il Latina, poi contro di noi, non fa bene alla pallavolo questo trattamento, ci ha reso solamente nervosi. Ora ci giochiamo tutto nella gara in casa”.

 

Sponsor