Menu LatinaPerStrada.it

Sport

Andreoli battuta al tiebreak da Verona

Non basta ai pontini una splendida rimonta

Due ore di gioco tra Latina e Verona per dividersi la posta messa in palio nella 17ma giornata del campionato di A1. Due punti sono andati alla Calzedonia che, dopo essersi aggiudicata i primi due set, ha subito la rimonta dell’Andreoli e ha chiuso la gara al tiebreak. La sfida tra bomber se l’è aggiudicata Starovic (eletto Mvp della partita) con 28 punti uno di più di Gasaprini. Ma gli scaligeri hanno dominato a muro con 15 fondamentali a punto (solo 8 del Latina), 5 dei quali nel primo set con Anzani a 6 e Gasaprini a 4. Latina invece ha avuto il merito di non regalare in attacco, solo 6 punti contro gli 11 avversari. Per Latina “nuova gestione” è la settima partita sempre a punti e mercoledì il PalaBianchini si riapre per ospitare Perugia. Con quattro break consecutivi (due muri di Anzani che alla fine del set ne fa 4) Verona si porta subito avanti 4-7 e poi allunga sempre con li centrale 11-18, Simoni prova la carta Fragkos ma non è vincente, per chiudere con una pipe di White 17-25. Inizia in equilibrio il secondo set con un ace di Gasparini a sbloccare il risultato 9-12, un muro di Gitto riporta la parità sul 15, ma sono i muri veneti a mettere a segno il 16-21 per chiudere 19-25. Ancora equilibrio all’inizio del terzo set, sull’8-8 Simoni inserisce Fragkos, gli ospiti con un muro di Zingel e un ace di Gasaprini si portano avanti (8-10) ma l’Andreoli ricuce in fretta lo strappo e poi allunga sul 17-13 nel finale la formazione di Giani si fa sotto fino al 24-23 con i locali che chiudono 25-23. Simoni conferma Fragkos ma sono gli ospiti a portarsi avanti 2-6 e poi 5-10, Latina approfitta degli errori scaligeri e sorpassa sul 14-13 e poi allunga sul 19-16 e con Starovic sul 23-19, ma Gasparini riporta sotto i suoi fino al 24-23 con Sarovic che chiude sul 25-23. Il tiebreak inizia con un ace di Gasparini (0-1), ace di Starovic e poi Verhees (4-2), fallo Latina (5-5), break Verona sul 7-8 si cambia campo; contrattacco White (8-10), invasione di Sottile (9-12), contrattacchi di The Horst e Gasaprini e muro di Zingel per il 9-15 finale. (foto Antonio De Noto)

 

Sponsor