Menu LatinaPerStrada.it

Sport

Il Latina soffre ma vince: 1-0 al Cittadella

Decide Jonathas, al suo ottavo sigillo

Ottavo punto nelle quattro gare del girone di ritorno. Secondo successo consecutivo in casa dopo quello contro l'Empoli, quinto risultato utile di fila. Il successo di misura ottenuto al Francioni contro il Cittadella vale oro per un Latina che va avanti con Jonathas e poi regge l'urto con orgoglio, grinta e tanta personalità. Con l'emergenza in difesa dovuta alle assenze di Brosco (squalificato) e Figliomeni (infortunato), mister Breda sceglie Milani per completare la linea arretrata davanti a Iacobucci insieme a Cottafava ed Esposito nel suo 3-5-2.

A centrocampo esordio per Federico Viviani disposto davanti alla difesa. Insieme a lui, partendo da destra, Ristovski, Bruno, Crimi e Alhassan. In avanti fiducia alla coppia Paolucci – Jonathas.

 

LA GARA – Partenza su ritmi blandi scossa al 6' dalla prima emozione di marca nerazzurra. Su angolo battuto da Viviani, Ristovski fa sponda in area per Cottafava che incorna e batte di Gennaro in pallonetto. Il gol, però, viene annullato per fuorigioco da Minelli. Subito dopo ancora Latina: bel lancio di Bruno per Jonathas, anticipato fuori dall'area solo dall'ottima uscita di Di Gennaro. Due lampi che precedono il vantaggio del Latina. Al 18' bella discesa da destra di Ristovski, la palla sfila in area a giunge sui piedi di Jonathas che, solo davanti a Di Gennaro, non sbaglia incrociando nell'angolino opposto. Ottavo gol stagionale per il brasiliano per la gioia del Francioni. Il Cittadella non ci sta e prova a reagire rendendosi pericoloso al 25' con due occasioni. Sulla prima è bravissimo Iacobucci a deviare in angolo la zuccata di Perez. Sul seguente angolo è Scaglia a mettere paura ai nerazzurri con la sfera che sfila di un soffio alta sulla traversa. Due minuti dopo ci prova invece Surraco con un tiro-cross molto insidioso su cui è bravissimo Iacobucci a spazzare l'area in uscita alta. Gestita la sfuriata ospite, i pontini si riorganizzano e tornano padroni del campo. E al 37' altra occasione nerazzurra: cross di Crimi da destra respinto dalla difesa, da fuori area giunge Ristovski che con un gran destro al volo non trova la porta di poco ma strappa gli applausi del pubblico. Chiudono in avanti i padroni di casa che nel finale di tempo vanno vicinissimi al raddoppio. Jonathas mette scompiglio in area di rigore, la difesa allontana ma dal limite Paolucci è solo è può prendere la mira con il sinistro: palla nell'angolino ma è spettacolare la parata di Di Gennaro che spezza in gola l'urlo del Francioni.

 

LA RIPRESA – Il secondo tempo parte su ritmi blandi. Il Cittadella prova a fare la partita, ma il Latina non dà mai l'impressione di poter soffrire. Inizia così il valzer delle sostituzioni. Al 9' Donnarumma rileva Piscitella, mentre dall'altra parte Gerbo prende il posto di Viviani a centrocampo (al 16'), con Bruno spostato a schermo della difesa sulla mediana. Cambi che non mutano il volto di una gara bloccata che gli ospiti provano a cambiare soprattutto sulle tante palle inattive concesse tra angoli e falli guadagnati nei pressi dell'area. I due tecnici attingono ancora dalle panchine a partire dal 25'. Per il Cittadella dentro Rigoni e Alborno per Paolucci e Pecorini. Per il Latina fanno il loro ingresso in campo Bruscagin per Esposito e Ghezzal per Ristovski. Non succede nulla, anche se nel finale gli assalti dei veneti si fanno sempre più pressanti. Bravo il Latina a reggere l'urto e a tentare con il contropiede il gol della sicurezza. In pieno recupero, sull'ennesimo angolo battuto dal Cittadella, sale anche Di Gennaro. La difesa nerazzurra spazza con la sfera che giunge a Paolucci. Tentativo da 50 metri senza precisione. E' l'ultimo sussulto di un match interminabile.

Sponsor