Menu LatinaPerStrada.it

Sport

Jefferson a segno, esplode il Francioni

Il Latina batte la Reggina in una giornata di festa

Il Latina spicca il volo e stacca il biglietto per il nono risultato utilec consecutivo, la terza vittoria totale, la seconda davanti al pubblico di casa. I nerazzurri battono la Reggina di misura grazie alla rete di Jefferson a risolvere un match bloccato.

 

Uno splendido spettacolo sugli spalti di un Francioni gremito in ogni ordine di posto a celebrare, inoltre, il gemellaggio con la tifoseria reggina, accoglie le due formazioni in campo. Non ci sono buone notizie nell'immediata vigilia per Breda che deve rinunciare ad Esposito, convocato ma in tribuna a causa d un fastidioso torcicollo. Per affrontare il 4-4-2 amaranto il tecnico trevigiano non cambia comunque modulo affidandosi al collaudato 3-5-2 che ha fruttato ben otto risultati utili di fila. In difesa Brosco va alla desta di Cottafava, mentre Figliomeni dirottato dall'altra parte. Non cambia il centrocampo rispetto a Pescara e Carpi, con Morrone regista fiancheggiato da Crimi e Maltese. Sugli esterni agiscono Ristovski (destra) e Alhassan (sinistra). In avanti fiducia alla coppia Ghezzal-Jonathas.

 

LA GARA - Inizio gara da sbadigli. Le due formazioni si fronteggiano a centrocampo e per i primi 18' non succede praticamente nulla. A dare la sveglia ci prova il Latina: Crimi affonda sulla destra e poi crossa al limite dell'area dove c'è Maltese. L'ex Viareggio si coordina di sinistro e spara al volo senza trovare lo specchio della porta. Nerazzurri ancora in avanti un minuto dopo: Jonathas ricece defilato sulla destra in area, ingaggia un duello con Di Lorenzo ma il suo tiro è respinto dallo stesso difensore ospite. Gara bloccata che il Latina, comunque, cerca di fare sua. Al 28' bella azione manovrata con Alhassan che giunge ai 25 metri e prova la via del gol tirando con il destro. Non è il suo piede e la palla esce ampiamente al lato. I potnini iniziano a premere con insistenza e pochi istanti dopo arriva la più chiara occasione del primo tempo: lancio dalle retrovie di Brosco, la palla rimbalza in area, Benassi manca l'uscita e regala la palla a Jonathas. Il brasiliano è solo davanti la porta e appoggia a botta sicura, peccato che alle sue spalle Lucioni in scivolata capisca tutto e salvi la Reggina da un gol già fatto. Meriterebbero qualcosa in più i padroni di casa, nella seconda parte di frazione completamente padroni del campo. Al 37' altro lampo: Crimi verticalizza per Jonathas che una volta in area da posizione defilata prova a girare a rete con il destro. Bello il diagonale che si spegne di poco alla destra di Benassi.

 

LA RIPRESA – Latina subito in avanti anche nella ripresa. Al 4' i nerazzurri gridano al gol: lancio millimetrico per Jonathas che si coordina con il sinistro e mette in fondo al sacco. Annulla il signor Pairetto per fuorigioco. Latina in pressione e ancora il brasiliano protagonista al 6'. Jonathas guadagna metri e dalla lunga distanza prova con la potenza, ma senza precisione. Ma la gara non si sblocca e i due tecnici provano subito a cambiare le carte in tavola. Per la Reggina entra Di Michele per Falco, dall'altra parte Breda sceglie Jefferson al posto di Ghezzal. Ma non basta. Il mister trevigiano dimostra di volerla vincere e spedisce nella mischia, al 19', Chiricò al posto di Ristovski passando di fatto ad un più spregiudicato 3-4-3. l canovaccio non cambia molto con la gara che vive una lunga fase di stanca che non sembra cambiare neanche quando il tecnico di casa opera l'ultimo cambio mettendo Bruno al posto di Maltese. Non succede nulla, almeno fino al 35' quando i nerazzurri trovano il varco giusto per il gol. Jonathas parte in progressione e poi verticalizza per Crimi che in area, all'altezza praticamente della linea di fondo anticipa Benassi in uscita e mette al centro. Sulla linea c'è Jefferson che di testa anticipa tutti e mette in fondo al sacco. Subito la risposta di Castori che manda in campo Cocco per Rigoni. Nemmeno un minuto e la Reggina si vede per la prima volta in avanti con un'incursione di Di Michele in area che poi va a sbattere sulla murata di Cottafava. Il Latina risponde al 42': cross dalla sinistra di Alhassan, Jonathas si coordina con il sinistro e strappa gli applausi di tutto il Francioni con una bordata al volo che fa la barba al palo. Il Latina è in totale controllo e nel finale sfiora anche il 2-0: Alhassan, ancora lui, scende sulla sinistra e poi serve un radente al bacio per Jonathas che di piatto non riesce ad angolare. Benassi para. E' questo l'ultimo sussulto del match.

 

LATINA – REGGINA 1-0

Latina (3-5-2): Iacobucci; Brosco, Cottafava, Figliomeni; Ristovski (19'st Chiricò), Crimi, Morrone, Maltese (25'st Bruno), Alahassan; Ghezzal (13'st Jefferson), Jonathas. A disp.: Pawlowski, Bruscagin, Bruno, Barraco, Cejas, Cisotti, Milani. All.: Breda

Reggina (4-4-2)Benassi; Adejo, Lucioni, Ipsa, Di Lorenzo; Strasser, De Rose, Rigoni (36'st Cocco), Sbaffo (24'st Caballero); Gerardi, Falco (8'st Di Michele). A disp.: Zandrini, Fischnaller, Bochniewicz, Gentili, Maza. All.: Castori

Arbitro: Pairetto di Nichelino. Assistenti: Marinelli di Jesi e Santuari di Trento. Quarto Uomo: Pasqua di Tivoli

Marcatori: 35'st Jefferson

Note – Ammoniti: Sbaffo, Adejo. Recupero: 1'pt -4'st. Spettatori: 4.357 + 1.487 abbonati. Incasso: 54.052 euro + 12.733,40 euro (quota abbonati)

 

Sponsor