Menu LatinaPerStrada.it

Sport

Il Latina pareggia a Carpi

Sblocca Morrone, gli emiliani replicano su rigore

Ottavo risultato utile consecutivo per il Latina che sotto la guida Breda resta imbattuto. In casa del Carpi arriva un 1-1 che regala ai pontini il quarto punto in due trasferte consecutive. Ottimo viatico in vista del ritorno a casa previsto venerdì prossimo contro la Reggina.

 

Breda sceglie di non cambiare rispetto a Pescara riproponendo lo stesso undici titolare vincente sabato scorso all' “Adriatico”. Davanti a Iacobucci difesa a tre con Figliomeni, Cottafava ed Esposito. A centrocampo, da destra, Ristovski, Crimi, Morrone davanti la difesa, Maltese e Alhassan. Dietro all'unica punta Jonathas è Ghezzal a fungere da raccordo tra centrocampo e attacco. Dall'altra parte Vecchi risponde con un interessante 4-4-1-1. Inizio blando con i padroni di casa leggermente più propositivi in fase offensiva. Prima occasione per il Carpi al 12'. Di Gaudio affonda sulla fascia sinistra, rientra sul destro e dal limite dell'area chiama Iacobucci alla parata. Il Latina sale di tono e guadagna campo. Una predominio lento che sfocia, poco prima della mezz'ora, con la rete di Morrone. E' esattamente il 27' quando il Latina batte un corner dalla destra che spiove in area. Figliomeni anticipa un marcatore e vede Morrone appoggiando una palla invitante che l'ex Parma trasforma in oro con un siluro di controbalzo dai 25 metri che si insacca nell'angolino, imprendibile per Kovacsic. Per il centrocampista nerazzurro non poteva esserci un regalo migliore per i suoi 35 anni festeggiati proprio oggi con il terzo gol in campionato. Il Carpi non sta a guardare e al 30' si rifa vivo sotto la porta di Iacobucci. Cross dalla destra e bella rovesciata di Memushaj che comunque Iacobucci accompagna sul fondo. Il Latina è in pieno controllo e non rischia, anche se al 32' Breda deve rinunciare all'assist man Figliomeni che per problemi fisici lascia il campo a Brosco. Nel finale, però, rispunta il Carpi. Prima Sgrigna di testa solletica Iacobucci. In pieno recupero ancora il portiere ospite è grande protagonista. Prima compie una bellissima parata su un diagonale da dentro l'area di Sgrigna. Sugli sviluppi della stessa azione, infine, si supera andando a chiudere lo specchio della porta in spaccata sul tap-in a botta sicura di Di Gaudio. Un vero e proprio miracolo che manda il Latina al riposo in vantaggio.

 

LA RIPRESA – Nel secondo tempo il Carpi parte determinato e trova subito il pareggio. Al 2' Di Giorgio affonda sulla sinistra, entra in area e cade contrastato da Crimi. Ostinelli non ha dubbi e fischia la massima punizione ai danni del Latina. Dal dischetto si presenta Memushaj che spiazza Iacobucci e ristabilisce l'equilibrio. I padroni di casa prendono fiducia e al 19' sono ancora pericolosi. Cross forte e basso di Sgrigna che Iacobucci non trattiene. Ciottafava spazza l'area prima che sia troppo tardi. Il Latina, passata la sfuriata carpigiana, riprende in mano le redini del gioco. Al 21' tiro alto di Morrone su cross radente di Ghezzal. Alla mezz'ora ci prova invece Jonathas che da 35 metri prova un gol dei suoi: c'è la potenza ma non la precisione. Pochi istanti dopo l'occasione più ghiotta dell'intera ripresa. Calcio d'angolo da destra di Ristovski, Jonathas in area anticipa tutti e di testa gira a rete: la palla esce di pochi centimetri alla sinistra di Kovacsic. E' un buon Latina che spinge alla ricerca del raddoppio. Il Carpi tenta di colpire con ripartenze affidandosi all'estro di Sgrigna, il Latina dall'altra parte spreca un paio di verticalizzazioni sull'asse Ghezzal – Jonthas. L'occasione nitida per il gol partita capita ancora dalla parte nerazzurra. Ghezzal affonda sulla destra, guadagna il fondo e poi mette al centro. Jonathas sfiora, Morrone arriva a rimorchio e prova a piazzarla con il sinistro all'altezza del dischetto. Il tiro, però, è troppo centrale per impensierire Kovacsic. La gara si chiude con un punto a testa.

 

Sponsor