Menu LatinaPerStrada.it

Sport

Calcio a 5, l'accordo tra il Latina e la Fondazione Sandri

Il logo della fondazione sarà sulle divise della squadra nerazzurra

La vittoria più bella, lontana dal campo, ma dentro i cuori di chi non ha mai dimenticato quel terribile 11 novembre del 2007, quando nell’area di servizio della A1 di Badia al Pio (Arezzo), un tifoso della Lazio, Gabriele Sandri, venne ucciso da un colpo di pistola sparato dal poliziotto, Luigi Spaccarotella. La vittoria più bella l’ha messa a segno questa sera il Latina Calcio a 5, che ha siglato un acciordo di partnership e sponsorizzazione solidale con la Fondazione “Gabriele Sandri”. Da oggi sulla tutta della squadra cara al presidente La Starza, proprio sotto il simbolo del Latina Calcio a 5, campeggerà il logo della Fondazione e la scritta. “Sono onorato ed orgoglioso di questa cosa – ha spiegato il massimo dirigente nerazzurro, l’avvocato Gianluca La Starza – Qualcuno, simpaticamente, ha detto che ho voluto tutto questo per quella che è la mia fede laziale. No, assolutamente. Credo che Gabriele, pur in una situazione tragica, siamo riuscito a fare quello che a nessuno è mai riuscito: mettere insieme tutte le tifoserie d’Italia. E noi, lo ripeto, siamo orgogliosi di essere la prima società di calcio a 5 in Italia a sposare questa partnership, perché crediamo in certi valori, perché li sposiamo da sempre, perché questa Fondazione ci sta a cuore più di ogni altra cosa”. Promotore di tutto questo, una nuova ed importante figura all’interno della grande famiglia del Latina Calcio a 5: il responsabile marketing e comunicazione, Mario Savo. E questa sera, al tavolo, oltre alla splendida madrina del Latina Calcio a 5, l’attrice Veronica Olivier, anche il segretario generale della Fondazione “Gabriele Sandri”, Giovanni Lattanzi. “Non abbiamo esitato un attimo a sposare subito questo binomio con il Latina Calcio a 5 – ha tenuto a precisare Lattanzi – ed il nostro augurio è che Gabriele possa dare quella carica in più a questa squadra in vista, come mi diceva il presidente, di una partita importante, se non decisiva, come quella di sabato (19 novembre) contro l’Aloha. Io ci sarò e con me, me lo ha promesso, anche il papà di Gabriele, Giorgio. Sta viaggiando molto in questi mesi, ma ha chiesto espressamente di essere presente e gli ho strappato questa promessa. Abbiamo – ha tenutoi a precisare il segretario generale – trovato nei dirigenti del Latina Calcio a 5, ad iniziare proprio dal presidente, lo stesso nostro desiderio: quello di un calcio più pulito, di uno sport più pulito, senza violenza, nel ricordo di un ragazzo, come Gabriele, pieno di vita. Questo è il credo di una Fondazione che sta facendo piccole ma importanti cose, che l’11 novembre scorso è finalmente riuscita ad inaugurare, proprio nell’area di servizio di Badia al Pino, una stele in ricordo di Gabriele, che è stata presente sulle maglie della Lazio nell’ultima gara casalinga contro il Parma, che sarà a Trigoria per fare qualcosa con la Roma, che come vede è presente sulle tute del Latina Calcio a 5. Il nostro messaggio deve essere quello di tutti – ha concluso Lattanzi – per vivere lo sport, in questo il calcio a 5, come va vissuto”.

Sponsor