Menu LatinaPerStrada.it

Sport

Calcio a 5, La Starza cauto e ottimista

Il presidente della Latina calcio a 5 crede fermamente sui valori dei suoi ragazzi

Il presidente del Latina Calcio a 5, l’avvocato Gianluca La Starza, come da prassi e a mente fredda, torna sui temi dell’ultima sfida, quella di sabato scorso contro l’Alphaturris, dando uno sguardo anche ai prossimi impegni di una squadra che comincia a macinare gioco e vittorie. “L'Aloha sta confermando quanto di buono si diceva questa estate - dichiara il numero uno nerazzurro - il mister Ranieri sta facendo un ottimo lavoro ed è proprio per questo che dovremo rimanere sempre concentrati e non mollare di un centimetro in attesa che chi ci precede possa rallentare la propria marcia. Di facile non c'è mai niente e la partita con il Prato Rinaldo deve essere d' insegnamento. Bisogna sempre rispettare l'avversario e questo i ragazzi, tranne nella prima di campionato dove abbiamo avuto un atteggiamento forse di presunzione, nelle altre occasioni lo hanno dimostrato. Forse con il Capoterra ci sono stati dei minuti di troppo di cali di tensione. Andiamo ad Orte con il rispetto che si deve ad una squadra di grande tradizione, che merita rispetto: poi sarà il campo a dire se saremo stati più forti. Il campionato è ancora lungo. Di certo, soprattutto l'Aloha avrà una condizione mentale per affrontare il match che verrà, migliore della nostra. Noi nella condizione di classifica attuale dobbiamo stare molto attenti a non perdere altro terreno. Sappiamo che entrambe sono squadre di ottimo livello, contro le quali non puoi permetterti distrazioni, ma al tempo stesso siamo coscienti della nostra forza. Subiamo troppi gol ingenui dovuti a mio avviso a cali di concentrazione e questo non voglio che accada più. Contro il Capoterra, la settimana scorsa, spero i ragazzi abbiano capito che abbassare la tensione e regalare certe azioni e certi gol all'avversario possono compromettere la partita e non sempre si ha poi la forza e la fortuna di riaddrizzare il risultato. Dobbiamo metterci nella condizione di governare la partita una volta in vantaggio mettendoci più determinazione ma soprattutto, lo ribadisco, concentrazione. Innesti? Non credo proprio, stiamo aspettando il rientro di Luca Gullì che per noi sarà un grande acquisto e poi vedremo se ci sarà possibilità di riportare qualcuno a casa. Per adesso è meglio di no, dobbiamo verificare se sussistono le condizioni perchè ciò si materializzi. Da parte mia c'è il desiderio di non disperdere un patrimonio della società per cui vedremo”.

Sponsor