Menu LatinaPerStrada.it

Sport

Calcio, il Latina conserva la vetta

Nerazzurri vittoriosi 3-1 con il Perugia nel posticipo di campionato

Ancora una vittoria, ancora una prova di forza contro un grande avversario. Il Latina vince ancora e lo fa battendo con un secco 3-1 il Perugia davanti ai tremila del Francioni. Seconda vittoria di fila, ottavo risultato utile consecutivo e vetta della classifica mantenuta, raggiungendo a quota 16 punti il Frosinone. Fabio Pecchia si affida al solito 4-3-3 per affrontare il modulo speculare scelto dal dirimpettaio Battistini. Unica novità rispetto alla trasferta vincente di Andria è rappresentata dall'utilizzo di capitan Mialni sull'esterno basso di sinistra. Fiducia rinnovata, quindi, al maltese Agius dall'altra parte, mentre Sacilotto sostituisce lo squalificato Burrai in mediana. Nemmeno il tempo di ambientarsi che la partita decolla immediatamente. Il Latina costruisce due palle gol nitide in due minuti. La prima dopo appena dieci secondi, quando Tortolano ruba la palla ad un distratto Cacioli e vola verso la porta ospite. Dal limite serve Kola nello spazio, con il colored che entra in area ma poi manca clamorosamente l'appuntamento con la palla. Al 2' si replica con un calcio d'angolo di Barraco, De Giosa svetta più alto di tutti e schiaccia a rete, trovando però il riflesso di Koprivec. E' il preludio al gol che arriva puntuale aò 7'. Tutto nasce da un'incursione di Kola, contrastato da Martella. Barraco alimenta l'azione e lascia partire un destro teso sul secondo palo. Per Tortoalano, a pochi passi dalla porta, è un gioco da ragazzi spedire in fondo al sacco al volo di destro il gol del vantaggio. Il Perugia nell'imediato dopo-gol sembra poter sbandare, salvo poi ridestarsi al 10' con l'iniziativa del furetto Politano. Il giovane esterno di destra si accentra e poi spara di sinistro con Bindi che para in due tempi. Tre minuti e arriva il pari. La fascia è sempre quella destra ed il protagonista, ancora una volta, è Politano che spinge, guadagna il fondo e poi crossa per la testa di Ciofani che anticipa De Giosa e non lascia scampo a Bindi: è 1-1. Assorbita la sfuriata le due squadre sembrano calare di ritmo. A fare il gioco è comunque il Latina. Il Perugia può colpire al 25', quando, sempre da destra, spinge sull'asse Politano – Moscati: tiro cross di quest'ultimo che Bindi para a terra. La risposta del Latina giunge con Tortolano. Sua la spettacolare azione tutta in velocità che termina con un traversone basso che Lebran spazza in calcio d'angolo. Politano è il vero protagonista, sia in positivo che in negativo. Sì, perchè il taltentino ex Roma prima mette al centro un cross che Di Tacchio spara di poco a lato in tuffo di testa, poi, al 37', fa un fallo ingenuo a centrocampo su Barraco guadagnando un altro giallo dopo quello preso qualche istante prima per simulazione. Perugia in dieci e senza il suo uomo più pericoloso. Il Latina risponde nel finale di tempo si fa vedere con due belle sortite di Tortolano senza troppa fortuna. Ma non è finita qui, visto che proprio all'ultimo istante di recupero, al 47', il Latina trova il nuovo vantaggio. Tortolano, tra i migliori, disegne un corridoio per Kola sulla sinistra. Il nigeriano supera in velocità Martella e poi mette sul secondo palo dove a rimorchio arriva Barraco. Tap-in sotto misura e nerazzurri al riposo sul vantaggio di 2-1. Nella ripresa nessun cambio agli assetti per i due tecnici. La prima occasione è del Perugia che al 5' libera al tiro Di Tacchio. Conclusione dai trenta metri troppo centrale per impensierire Bindi. Il Latina sembra faticare a ritrovare la fluidità di gioco del primo tempo ed il Perugia tenta di approfittarne alzando il baricentro. Battistini cambia qualcosa all'8', quando inserisce sia Esposito che Clemente per Rantier e Carloto. Dall'altra parte Pecchia è costretto al cambio al 13', quando Milani per il riacutizzarsi del dolore al ginocchio lascia il campo a Giacomini. Dal quarto d'ora i nerazzurri si risvegliano assaltando la porta di Koprivec. Proprio il portiere ospite capitola di nuovo al 17' quando, su angolo di Tortolano, non trattiene una palla che sembrava facile. Sacilotto è lì, anticipa tutti e di punta mette a segno il suo primo sigillo stagionale ed il 3-1 per il Latina. Il Latina è in pieno dominio e un minuto dopo è ancora pericoloso. Tortolano mette al centro, Kola fa scorrere per l'accorrente Gerbo che però strozza il sinistro. Il Perugia reagisce con la forza dei nervi e al 23' ha una reazione. Prima Marella impegna severamente Bindi, poi sul successivo angolo di testa Ciofani finisce di poco alto. Non si esaurisce la spinta dei grifoni che provano a riaprire la gara. Al 28' ancora Di Tacchio mette i brividi a Bindi con un destro che esce di un soffio. Il Latina, però, può colpire in contropiede. Succede al 28' quando un lancio lungo di Cejas trova Tortolano libero di volare in porta. Il talento di Ostia si presenta davanti a Koprivec che non abbocca alle finte e para. Il Latina inizia a giocare con il cronometro. Pecchia pesca dalla panchina. Dentro anche Angelilli per Kola e Tulli per Sacilotto. La gara scorre via verso il novantesimo senza ulteriori sussulti, da segnalare solo due iniziative degli umbri. La prima con una rovesciata alta di Clemente, l'altra con una girata sull'esterno della rete di Ciofani. Il Latina è ancora lassù.

LATINA - PERUGIA 3-1
Latina: Bindi, Agius, Milani (14'st Giacomini), Sacilotto (37'st Tulli), Cottafava, De Giosa, Barraco, Cejas, Agodirin (32'st Angelilli), Gerbo, Tortolano. A disp.: Ioime, Casale, Cafiero, Pagliaroli. All.: Pecchia
Perugia: Koprivec, Oliveira, Martella, Carloto (8'st Esposito), Cacioli, Lebran, Politano, Di Tacchio, Ciofani, Rantier (8'st Clemente), Moscati. A disp.: Giordano, Anania, Ayres, Russo, Tozzi Borsoi. All.: Battistini
Arbitro: Merlino di Udine. Assistenti: Caliari di Legnago e Rizzato di Rovigo.
Marcatori: 7'pt Tortolano, 13'pt Ciofani, 47'pt Barraco, 17'st Sacilotto
Note - Espulsi: 37'st Politano per doppia ammonizione. Ammoniti: Cejas, Politano, Agius, Cottafava, Esposito. Recupero: 2'pt - 5'st . Spettatori: 3111. Incasso 24.450.

Sponsor