Menu LatinaPerStrada.it

Sport

Sabato la sfida Dilettanti Falasche-Century Latina

Fabbri non si fida " attenzione all'esordio su un campo all'aperto "

Giocare all’aperto è una della variabili più determinanti nei campionati di C2. Intanto i pontini hanno battuto 10-3 il Born To Win del presidente Mengoni. Per andare a fare bottino pieno in casa di una ferita Dilettanti Falasche (fischio d’inizio alle 16) non basterà ripetere l’ultima prestazione vista con il Città di Cisterna. Bisognerà aumentare la cattiveria e la concentrazione perché sarà la prima per i nerazzurri su un campo scoperto, variabile molto determinante nei campionati di C2. Proprio per questo la squadra di Antonio Angeletti ha svolto un test in settimana a Borgo Carso in casa della Born to Win (serie D) del presidente Enrico Mengoni. L’ennesima occasione per testare i ragazzi sul manto sintetico ed abituarsi in vista della sfida di Anzio. Nel 10-3 finale hanno brillato Angeletti e Terenzi autori di un poker e una tripletta. Nella Century mancavano Di Giorgi e Serra ma anche D’Angelo dopo cinque minuti ha dovuto lasciare il campo senza contare Gaito che è in fase di recupero dopo la botta subita sabato nello scontro con D’Auria. Sono proprio questi i giocatori che rischiano di saltare la sfida con le Dilettanti Falasche. Per Di Giorgi ci vorranno almeno 15 giorni mentre gli altri tre saranno da valutare fino all’ultimo, quando mister Angeletti diramerà le convocazioni. Dovrebbero essere sicuri i rientri di Angeletti (dalla squalifica) e Merangoli che ha recuperato a pieno dalla distorsione al ginocchio ma comunque è stato fermo dieci giorni.  “Bisogna temere questo esordio sul campo all’aperto – dichiara il Team Manager nerazzurro Mirko Fabbri – è la prima gara della stagione su un manto all’aperto quindi bisogna fare molta più attenzione del normale. Sarà una difficoltà in più ma noi abbiamo fatto delle amichevoli su campi del genere apposta per prepararci al meglio. Mi aspetto un Falasche aggressivo e con grande carattere del resto nello stile del suo tecnico Neroni. Giocare fuori casa può penalizzarci e per questo dobbiamo rimanere concentrati perché le partite bisogna giocarle tutte e gli avversari vanno rispettati tutti, solo così si può cominciare a fare strisce vincenti”.  Sarà un sabato importante anche per l’Accademia Sport che esordirà con le formazioni dei giovanissimi e degli allievi. In entrambe le sfide affronteranno la Mirafin. 

Sponsor