Menu LatinaPerStrada.it

La suora madre, Dio vi salvi Regina

Riflessioni sulla chiacchierata vicenda di Rieti

La suora madre, Dio vi salvi Regina

La notizia è di quelle che sussurri piano per non farla sentire ai bambini, di quelle che riempiono i bar di sorrisini che i colti richiamo Manzoni gli insulsi loro fantasie viste al cinema è di niente originali. facce idiote con sorriso di chi giudica ma non capisce di chi non capirà mai giudicando. Una suora, donna che è dedita per sua scelta all'amor di dio, ha partorito un... figlio di Dio. Lo ha fatto non per spirito santo ma per la santità che è l'amore tra uomo e donna di Dio creature. Creature a cui quel creatore ha dato un testimone "per amore darete vita", ha donato "per amore" quello che è il suo grande done "creare". 

Nei bar, di bocca in bocca, si racconta della suora donna figlia di un peccato che nessun creatore ha mai proclamato. la vità è sacra per chi crede ed anche per chi non credendo ha quella Fede che è il rispetto della vita che sta nel mondo. Avrà avuto piacer la suora, sarà stata donna, femmina. Si si è innamorata, si è sentiva viva nel suo corpo creato con un altro corpo a cui il creato ha dato la possibilità di creare, se c'è amore.

Nei bar si ride, ridono viventi creati per medesima prassi, per amore che amore ha trovato. Per attimi in cui non ci sono neanche tracce di ragioni ma il disegno si compie. E la meraviglia? Come se condannassimo il creatore a sentirsi sporco per le sue creature, che fosse sporco l'attimo in cui la terra modellata viene soffiata per farne vita. eppure pe la suora come ogni istante per ogni donna e per ciascun uomo è un bacio.

Trovo una vecchia foto di me bambino con mamma e papà che mi tengono per mano che quasi volo perchè non ci arrivo alle mani, come tutti i bimbi sono sguardo con occhi grandi ma... la dolcezza di mostarmi di mio padre e di mia madre, per l'amore che hanno provato in loro, tra loro, con loro per far si che sia io. e nulla è diverso a questo in ogni modo ed in ogi parte del mondo e in ogni tempo del tempo. Amo l'inno dei Corsi che è invocazione alla madonna: "Dio vi salvi, Regina 

E Madre universale, Per cui favor si sale al paradiso. Voi siete gioia è riso di tutti i sconsolati di tutti i tribolati, unica speme". 
Regina chiamo la madre, ogni madre è regina e non badi a come hai assunto il regno ma alla speranza che dai. Ama Dio, credo che l'amor di Dio non sia possibile se non si ha la misericordia di capire la grazia quando iene. La notizia è, lieta novella c'è un bimbo che con altri mille e mille farà un domani che non conosciamo, come è venuto al mondo? Per amore, che è l'unica porta per entrare in questo mondo. Il giudizio sulla suora madre: "Dio vi salvi Regina" Lidano Grassucci