Menu LatinaPerStrada.it

L'amore di Hollande e la libertà

Il presidente dei francesi è prima di tutto uomo!

L'amore di Hollande e la libertà

Ogni volta che scrivo di politica, mi sorge il dubbio della titolarità: chi sono per farlo? Prendetela come esercizio di chi un tempo raccontava, diciamo un veterano russo della guerra in Afganistan pure nostalgico dei soviet.

Hollande in Francia è stato investito da uno "scandalo", pare abbia una fidanzata. Ora la cosa è interessantissima ... ma per la compagna del presidente, la signorina ma è assolutamente indifferente per l'universo.

Come fa l'amore, e quante volte lo fa, il presidente dei francesi restano casi suoi, non della Francia, Infatti lui alla domanda sulla questione di un giornalista ha risposto, come dovrebbe fare ogni gentiluomo, "non ne voglio parlare". Perchè non se ne parla di queste cose, di queste cose l'amore risponde all'amore non all'opinione pubblica. L'opinione pubblica è il nuovo leviatano che rischia di uccidere ogni libertà, ogni singolarità. Si nega la dignità di insondabili sfere personali.

Dicono: ma quello è il presidente. Vero, ma è uomo, se neghiamo a quel presidente la sfera di uomo, nessun uomo sarà tale davanti allo stesso leviatano, ciascuno sarà nelle fauci del mostro. Non ho simpatie per il ministro Di Girolamo ma le intecettazioni che la riguardano sono figlie di un imbroglio, se il mezzo è baro il fine è baro. Potete dirmi che lei, la Nunzia Di Girolamo non va bene, certo basta non votarla la prossima volta. Perchè lei puo' anche andar via per l'intercettazine bara, ma poi nessuno è libero da bari intercettatori. 

Stiamo perdendo il senso delle cose, per anni gli italiani hanno "sopportato" la libertà, la "praticavano" ma continuavano ad amare Savonarola ad odiare Giordano Bruno, a pensare che Galileo sia stato baro e la ragione era di Bellarmnino. Gli italiani credonop che i medici siano figli di qualche ebreo errante e la verità è del venditore di penne dell'Arcagelo Gabriele. Questo è un posto dove le virtu' si proclamano e le si fanno praticare agli altri.

La libertà qui è amante denigrata, la libertà qui ha uffici senza fila perchè il "salvatore della Patria" ha sempre i saldi.

Sei con Hollande? Sono con l'idea che ci sono cose che non si toccano, lo Stato finisce nell'uscio della camera da letto, il leviatano sadico di invidia dell'opinione pubblica anche.

Amo il popolo, ma detesto la canaglia. Oggi esiste un giornalismo canaglia, una opinione pubblica che si illude di  giustizialismo ma verrà giustiziata con il taglio della libertà. Ci salveremo? No, perchè in Italia nessuno si sarebbe fermato davanti a "non ne voglio parlare". Perchè nessuno davanti alla Nunzia Di Girolamo ha posto il vigliacco dell'intercettazione, salvo poi rivotarla quando avra assunto il nipote alla Asl. Canaglia e non popolo, ma questo è un vecchio dolore.

Lidano Grassucci