Menu LatinaPerStrada.it

Salerno, la forza di Togliatti davanti alle paure di Bersani

Quando la storia insegna, l'umiliazione dei grillini dovrebbe rendere evidente che sono loro gli avversari della sinistra italiana

Salerno, la forza di Togliatti davanti alle paure di Bersani

La politica non è la "settimana enigmistica" con i suoi rebus. La politica non è neanche il mistero del mostro di Locness, è palese o non è. I democristiani stavano con la Chiesa mica per scherzo o di nascosto: avevano una crice gigantesca sul loro simbolo, i comunisti stavano con chi lavorava e sul simbolo ci mettevano la falce dei contadini, e il martello degli operai, i socialisti volevano domani meglio di oggi e mettevano un bel sole che sorgeva, il sole di domani. Qundi? Il movimento cinque stelle è contro il Pd, è competitore del Pd a cui ruba anche i voti, alcuni ceti sociali. Quindi l'alleanza tra Pd e cinque stelle è suicidio, poilitico perchè loro saranno i competitori di domani. La Fiat puo accordarsi con gli americani di Chrysler per crescere, non con la Volkswagen che è suo competitore diretto, e viceversa.
L'alleanza con Il Pdl è come allearsi oggi con i tedeschi dopo che li hai combattuti nella seconda guerra mondiale, sono i nemici di ieri in ragione dei talebani che sono i nemici di oggi.
Pensare a Berlusconi come nemico è come avere la testa a ieri e siamo a oggi. 
Poi il Pd questo ragionamento lo ha già fatto con il governo MOnti, come fa a dire che il Pdl è il male quando stanno governando insieme da un anno e mezzo vantandosi di aver salvato l'Italia in questo arco di tempo. Siamo ad una formia di finto puritanesimo che assomiglia alla signora genersossima durante la settimana ma rigorosamene in nero e al fianco del consorte la domenica durante le finzioni religiose. Eredita pesante, e forse tragica per il Paese, della dobbia morale comunista che li faceva menscevichi nella prassi ma rivoluzionari senza se e senza ma a parole.
Bersani o continua l'esperienza di alleanza con Pdl che tiene in piedi da da olte un anno oppure fa implodere il suo partito che non ha vinto le elezioni, visto che al senato non ha i numeri. Se non vinci devi allearti e puoi farlo solo con chi vuole farlo con te.
L'umiliazione di Bersani, capo di unmovimento politico che ha le sue radici in Grasmo, La Pira, Don Storzo (fate voi), che ha il 30 % dei vota da una ragazzina viziata e da un ragioniere pure non tanto sveglio, è una ferita che, da sola, dovrebbe chiudere qualsiasi possibilità di dialogo. Siamo agli antipodi umani, e chi non riconosce l'umanità dell'altro non è degno di essere da questi considerato.
So che questa mia sortirà efffetto zero, e la sinistra reclamerà stupide purezze, ma in politica se non ti mischi, se non ti sporchi le mani semplicemente non fai politica. Togliatti per salvare l'Italia accetto anche di venire a patti col Re, in quel di Salerno. E non penso che farlo con la casa regnante che aveva poratto al governo il fascosmo era cosa facile. Ma quello era Togliatti.  

Lidano Grassucci