Menu LatinaPerStrada.it

"I nonni raccontano 2", ringraziamenti e...un messaggio

La nota dell'ideatore Euro Rossi

Sono già passate diverse settimane dalla premiazione del concorso e molte tra tutte le persone che hanno seguito l’evolversi del concorso “I nonni raccontano 2” si sono chieste quali e quante siano state le risorse che hanno consentito lo svolgersi di un evento del genere e quali siano state le fonti dei premi consegnati ai partecipanti. La loro curiosità è legittima e soddisfarla da anche la possibilità, non solo di ringraziare tutti coloro che hanno dato il loro essenziale e libero contributo, ma pure di ricordare il messaggio che nel corso dell’evento è stato lanciato. 

La preparazione ed il buon esito dell’iniziativa si deve unicamente alla volontà e opera di quelle persone che hanno dedicato volontariamente, e senza nulla pretendere, il loro tempo libero affinché l’evento avesse luogo e si potesse svolgere nel modo migliore.Si citano solo le organizzazioni ed i loro referenti sicuri che cosi facendo non si farà torto a nessuno e certi che chi ha effettivamente collaborato si potrà in esse identificare. Si fa riferimento all’indispensabile contributo fornito al movimento “Mi chiamo Littoria” ideatore del concorso, da parte dell’associazione Tortreponti - presidente Emanuele Bonaldo, dell’ITC Vittorio Veneto/Salvemini - dirigente scolastico prof. ing. Luigi Orefice, dell’associazione Vittorio Veneto - presidente Enrica Fiorletta e dell’Istituto Nastro Azzurro cittadino nella figura del compianto presidente Luigi Casalvieri. Per quanto riguarda i premi, il primo di 500€, consegnato all’Istituto Comprensivo GIOVANNI CENA classe 2 E secondaria I grado, è stato concesso dal Codacons Latina, nell’ambito del progetto “La Camera con il cittadino - 2013”, mentre il secondo premio di 150€, andato alla Scuola dell’Infanzia VITO FABIANO classe 3 B è stato concesso da Agora Fitness.

A tale classe sono stati consegnati anche riproduzioni in legno di giochi di un tempo offerti dall’Associazione Vittorio Veneto.Agli altri quindici premiati sono stati consegnati una serie di libri, inerenti il basso Lazio, offerti dalla Camera di Commercio di Latina e dall’Agenzia Regionale per lo sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio (Arsial), mentre l’associazione Anima Latina, oltre ad aver contribuito con alcuni libri, ha voluto premiare un partecipante, a sua scelta, con una propria targa.Tra i partecipanti il Centro Sant’Alessio Margherita Di Savoia per i ciechi, che ha prodotto una intervista a più mani in braille, è stato premiato anche con due ricetrasmittenti donate dall’associazione Quelli della Radio. A tutti i partecipanti, infine, è stato consegnato un attestato di merito la cui realizzazione è stata possibile grazie alla donazione della Farmacia Morbella che, insieme all’associazione Vittorio Veneto, ha provveduto anche alla realizzazione di una cinquantina tra locandine e cartoncini degli inviti. 

Media partner dell’evento Latina Oggi, Lazio TV, Latina per strada e SL48 che hanno dato notevole risalto all’evento, mentre tutti gli elaborati prodotti sono visionabili sul sito dell’ITC Vittorio Veneto/Salvemini e, compresi anche quelli della precedente edizione, sul sito www.tortreponti.com. Il lettore attento potrà rilevare quanto il rapporto costo/efficacia del concorso sia stato particolarmente favorevole; ovvero, laddove esiste la buona volontà e l’impegno il risultato è garantito a costi decisamente contenuti.Altra cosa importante da sottolineare è che i relatori intervenuti, di notevole spessore e che hanno saputo avvincere il variegato pubblico di giovani ed anziani con le loro relazioni, hanno accolto l’invito a partecipare con entusiasmo raccogliendo solo l’apprezzamento del pubblico e degli organizzatori.

Si tratta dell’Ordinario di Storia Contemporanea Professore Giuseppe Parlato, il Professore Fausto Orsini già Preside del Vittorio Veneto e la Professoressa Enrica Fiorletta Presidente dell’associazione Vittorio Veneto. Con “I nonni raccontano 2” l’auspicato “ponte virtuale” tra i giovani e i nonni della prima edizione è stato realizzato anche nel 2013, ma cosa importante in questa edizione è stata colta l’occasione per lanciare un importante messaggio. Sono stati sensibilizzati i presenti, e con essi l’opinione pubblica tutta, sulla necessità di salvaguardare gli storici edifici del Vittorio Veneto e della palazzina del Combattente che versano in uno stato riprovevole di degrado ed abbandono, garantendo ad essi il mantenimento dell’originaria destinazione d’uso.È così che in chiusura il generale Euro Rossi ha concluso “ … al prossimo anno, allora, con l’augurio di incontrarci tutti per la terza edizione del concorso nell’Aula Magna dello storico Palazzo dell’Istituto Vittorio Veneto”.Il messaggio è stato lanciato. Ora sta alle istituzioni interessate intervenire per dargli pratica attuazione.

Per il comitato organizzativo

Euro Rossi

 

 

Sponsor