Menu LatinaPerStrada.it

Regole di buon vicinato

A nessuno piace essere svegliato da urla e rumori di bambini

A chi non è mai capitato di avere a che fare con un vicino rompiscatole?

Un po’ a tutti. Ognuno di noi inconsapevolmente può adottare comportamenti che invadono o limitano la libertà altrui. Per questo può essere utile conoscere qualche regola che permetta a tutti i condomini di vivere in serenità.

La maggior parte di queste regole sono dettate più che altro dal buon senso di ognuno ed è anche chiaro che, in casi estremi, se subiamo danni o continui disturbi da parte di un nostro vicino, è opportuno rivolgersi all’amministratore o nel caso non ci fosse, si pensi al caso di bifamigliari o a condomini inferiori a quattro, alle forze dell’ordine.

1) Prima regola…il silenzio! Non sempre chiaramente, ma abbiate almeno l’accortezza di rispettarlo in alcune fasce orarie, le cosiddette “ore di silenzio”, generalmente comprese tra le 14 e le 16 e dalle 23 alle 7 del mattino. A nessuno, noi compresi, piacerebbe essere svegliati in piena notte o durante la pennichella pomeridiana dalla musica o dagli urli dei bambini! Se proprio dovete andare a lavorare o un impegno che vi costringa a girare per case durante quelle ore cercate di farlo in modo educato e rispettoso.

2) In ogni caso evitiamo non solo nelle “ore del silenzio” di tenere al massimo il volume dello stereo o della televisione e di creare rumori troppo molesti.

3) Se abbiamo i motori dei condizionatori molto rumorosi proviamo a mettere un insonorizzazione, se possibile, onde evitare di farlo sentire ai nostri vicini.

4) Non lasciamo giocare i bambini nel cortile, sulle scale o nei terrazzi nelle “ore del silenzio”. 

5) La questione balconi e finestre è in prima linea! Mai disporre piante in posizioni pericolose o senza i supporti necessari, se non vogliamo rischiare di ferire qualcuno! Infine, quando innaffiamo le piante preoccupiamo ci mettere i sotto vasi e/o evitiamo di allagare il vicino.

6) Non arrechiamo danni ai muri, alle scale, all’ascensore, alle rifiniture del palazzo e in generale a tutti gli spazi comuni. Se si definiscono in questo modo vanno trattai da tali! Se proprio dovesse accadere accidentalmente preoccupiamoci di sistemare a nostre spese il danno arrecato.

7) Non facciamo riparazioni murarie negli spazi comuni senza il consenso dell’amministrazione, del rappresentante l’autogestione o degli altri condomini anche se ai nostri occhi possono sembrare banali o migliorative.

 

8) Il bucato! Quando lo stendiamo, facciamo attenzione a dove il nostro vicino ha posizionato il suo e in generale cerchiamo di non annaffiarlo! Meglio strizzare anche bene i vestiti prima di stenderli!Nel caso di bucato quale quello della neve (sempre molto difficile da strizzare) avvertiamo e scusiamoci anticipatamente con i vicini prima di stenderlo.

9) Nel parcheggiare, rispettare sempre la propria postazione se è stata stabilita collettivamente.

10) Infine…e questo per farci una piccola risata….se le finestre o i balconi della vostra abitazione guardano verso quelli del vicino evitiamo di assumere atteggiamenti tipo ‘investigatore privato’ che non fanno piacere a nessuno!

 

 

                                                                                                                                                            A cura di Alessandra Ulgiati

 

Sponsor