Menu LatinaPerStrada.it

Eventi e Cultura

Una domenica con il Centro Donna Lilith

A Villa Fogliano 2013 per il 19° Festival delle Arti

Per il secondo anno consecutivo l' Associazione Centro Donna Lilith sarà presente nella rassegna Villa Fogliano 2013. 19° Festival delle Arti: l’anno scorso con l’iniziativa “HABEAS CORPUS” e quest’anno con due eventi distinti nella giornata di domenica 28 luglio. Il filo che unisce il tutto, è il voler dare visibilità e voce ad uno degli ambiti centrali dell’ impegno del Centro Donna Lilith:la violenza di genere, come riconoscerla e contrastarla. L'iniziativa si articolerà in due momenti complementari che permetteranno, oltre che presentare esperienze culturali e politiche nuove operanti nel nostro Paese, di narrare il lavoro sul territorio al fine di sviluppare forme di scambio e di collaborazione fra associazioni e nell’ambito istituzionale, rafforzare e rendere più visibile il lavoro della rete territoriale, sensibilizzare le cittadine e i cittadini creando “contaminazioni”. Alle ore 18.30 “Per un nuovo patto tra uomini e donne nel contrasto alla violenza di genere”: il Centro Donna Lilith incontrerà Stefano Ciccone, biologo e presidente dell’ Associazione e rete nazionale “ Maschile plurale”, autore di testi e saggi sui temi dell’identità maschile e violenza di genere, tra cui “ Essere maschi, tra potere e libertà”. Con lui si parlerà del fenomeno della violenza e della necessità di intervenire sulla qualità delle “relazioni affettive” e sulla capacità di tessere legami mantenendo la possibilità di agire livelli di libertà. Alle ore 21.30 Reading da “FERITE A MORTE” di Serena Dandini. Le voci delle donne di Latina, regia di Tiziana Battisti. Abbiamo coinvolto alcune protagoniste del tavolo di rete e donne rappresentative nella nostra città nella lettura di testimonianze dal testo della Dandini: un modo per “testimoniare in prima persona” il farsi carico da parte della collettività del fenomeno, rompendo anche simbolicamente l’ omertà che contribuisce ad armare le mani dei maltrattanti e per rafforzare l’impegno comune di un lavoro da far evolvere, sviluppando sinergie tra i vari soggetti.

 

 

Sponsor