Menu LatinaPerStrada.it

Eventi e Cultura

Festival Pontino del Cortometraggio, il gran finale

La lista dei premiati e le menzioni speciali

Chiusura pirotecnica, ieri sera, per il nono festival pontino del Cortometraggio. Nei giardini interni del Comune di Latina sono stati assegnati 10 premi e 8 menzioni speciali. “Matilde”, di Vito Palmieri, è stato giudicato come il miglio film italiano. “The Legend”, dell’ungherese Marton Szirmai, il miglior lavoro internazionale. La migliore regia è stata quella di Pierluigi Ferrandini in “Oro verde”, il miglio corto pontino è stato “Undicesimo comandamento, non deviare”, di Daniele Santamaria.

498 sono stati i cortometraggi iscritti al concorso da tutto il mondo e 62 quelli proiettati al Festival scelti dai selezionatori: Luca Ottocento, Arianna Forte, Valentina Centra, Martina Mugnai, Michael Cardarelli, Davide Persico. Il Festival Pontino ha ospitato, nel corso delle serate, tre festival amici -lo Spiraglio Film Festival, il Cinedeaf e il Festival Helvetico al Femminile- e moltissimi sono stati gli ospiti che si sono alternati sul palco a partire dai registi pontini Gianfranco Pannone e Mario Balsamo, la bellissima attrice Valentina Carnelutti, Giacomo Ravesi, docente all’Università Roma Tre, Enzo Provenzano dell’Associazione Teatro Le Tracce di Latina, Carmela Anastasia Ban per l’Associazione Sergio Ban, l’artista pontino Dino Catalano che ha regalato una sua opera attraverso la Latina Film Commission fino a Fabio D’Achille per MAD, Museo di Arte Diffusa, e la giornalista e documentarista Emanuela Gasbarroni. Inoltre, nelle sei serate, moltissimi sono stati i registi presenti in sala venuti da tutta Italia che hanno salutato il pubblico, a dimostrazione che il Festival Pontino del Cortometraggio desta interesse divenendo, sempre più, un punto di riferimento per chi lavora nel cinema italiano.

Nella serata conclusiva, quella delle premiazioni, erano inoltre presenti due rappresentanti locali che siedono in Regione, Enrico Forte e Marta Bonafoni, che hanno ribadito la necessità di finanziare il settore cinematografico e il Sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, il quale ha espresso parole di soddisfazione per una manifestazione che ha attirato moltissimi turisti animando, allo stesso tempo, il centro storico del capoluogo pontino: “sono certo che anche il prossimo anno, se l’organizzazione del Festival lo vorrà, il Comune sarà felice di ospitare, di nuovo, questo bellissimo evento”.

 

I premi:

I PREMI:

PREMIO MIGLIOR CORTO PONTINO assegnato dal voto del pubblico - 11° COMANDAMENTO NON DEVIARE di Daniele Santamaria Maurizio

PREMIO CORTO AFRICA - LETTERA A SASHA di Andoni-Reverte, Barcellona

PREMIO MIGLIOR SCENEGGIATURA - PRE CARITÀ di Flavio Costa, Roma

PREMIO LAZIO GIOVANI - LA LEGGE DI JENNIFER di Alessandro Capitani, Roma

PREMIO MIGLIOR FILM ITALIANO - MATILDE di Vito Palmieri, Bologna

PREMIO MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE - THE LEGEND di Màrton Szirmai, Ungheria

PREMIO MIGLIOR REGIA - OROVERDE di Pierluigi Ferrandini, Bari

PREMIO MIGLIOR FOTOGRAFIA - EL OTRO di Jorge Dorado, Barcellona

PREMIO VIDEO ARTE:
1. MICROBIOMA di Gianluca Abbate-Virginia Eleuteri Serpieri, Roma

2. NON IO di Matilde De Feo, Napoli
3. PULSE OF IMAGE di Maria De Liberato, Chieti

 

MENZIONI SPECIALI:

MIGLIOR REGIA FEMMINILE - GENESI di Donatella Altieri, Bari

MIGLIOR ANIMAZIONE - O XIGANTE di Luis Da Matta Almeida, Barcellona

MIGLIOR CORTO PRESS - UNA VOLTA FUORI di Renato Chiocca, Latina

MIGLIOR CORTO ASSEGNATO DAL PUBBLICO A UN CORTO ITALIANO - I FRUTTI SPERATI di Ezio Maisto, Cagliari

MIGLIOR CORTO ASSEGNATO DAL PUBBLICO A UN CORTO INTERNAZIONALE - DEAD REAVER di Tim Huebschle, Namibia

MIGLIOR CORTO ASSEGNATO DAL PUBBLICO A UN CORTO PONTINO – IL BUNKER di Christian Antonilli

 

Sponsor

Eventi e Cultura - Gli ultimi Articoli