Menu LatinaPerStrada.it

Cronaca

Sangue infetto, maxi risarcimento per tre pontini

Il Ministero verserà 1.300.00 euro

Tre pontini risarciti dal Ministero della Salute per trasfusioni di sangue infetto. Lo ha reso noto Renato Mattarelli, l’avvocato che nel 2010 ha avviato una battaglia per tre pazienti contaminati dal virus dell’epatite C. Il Tribunale di Roma si era già pronunciato nel 2012, la sentenza è ora passata in giudicato perché non appellata dal Ministero. Ad un 84enne di Cori, ad una ragazza residente sul territorio pontino e ad un uomo di Cisterna purtroppo deceduto per una cirrosi epatica sono andati in totale un milione e 300mila euro.  

 

Sponsor