Menu LatinaPerStrada.it

Cronaca

Delitto Barlone, i dettagli dell'operazione

Cinque arrestati sono campani, uno è di Fondi

Hanno un nome i presunti assassini di Patrizio Barlone, l’ex diacono ucciso nella sua casa di Monte San Biagio l’8 febbraio scorso, nella sera della festa del Patrono. Si tratta di Vincenza e Salvatore Avola, 36enne e 43enne residenti a Torre del Greco come il 49enne Carmine Marasco, di Antonio Imperato, 56enne di Ercolano, di Salvatore Scarallo, 50enne di Napoli, e dell’unico pontino coinvolto, il fondano Aldo Quadrino, di 53 anni. Secondo la ricostruzione degli inquirenti si sarebbero fatti aprire la porta con una scusa, avrebbero picchiato la loro vittima per rapinarla e poi l’avrebbero legata con fascette di plastica imbavagliandola con un maglione stretto al collo. Maglione che avrebbe poi provocato la morte per asfissia. Gli arresti, disposti dal Gip Iansiti, sono stati eseguiti all’alba dai carabinieri di Terracina e dai colleghi di Napoli, Ercolano, Torre del Greco ed Angri. 

 

Sponsor