Menu LatinaPerStrada.it

Cronaca

Esalazioni fatali alla Kyklos di Aprilia, morti due operai

La tragedia dovuta ad un'autocisterna, non all'impianto

Un 42enne e un 44enne, entrambi della provincia di Viterbo, operai di una ditta esterna della Kyklos di Aprilia. Sono le vittime di un terribile incidente sul lavoro avvenuto questa mattina nello stabilimento di via Le Ferriere. A quanto pare i due stavano lavorando su un’autocisterna quando sarebbero stati investiti da esalazioni tossiche letali: uno ha perso i sensi cadendo da un’altezza di quasi due metri, l’altro è spirato all’interno dell’abitacolo. Secondo le prime indagini la tragedia sarebbe stata causata proprio da un problema del camion di percolato e non da malfunzionamenti relativi all’impianto. La Kyklos, gestita dalla società Acea, tratta i rifiuti umidi trasformandoli in compost. 

 

Sponsor