Menu LatinaPerStrada.it

Cronaca

Duplice delitto di Borgo Flora, la condanna

Ergastolo per l'indiano che uccise moglie e figlia

Il pm Giuseppe Miliano aveva chiesto l’ergastolo e così è stato: il processo abbreviato nei confronti dell’indiano Raji Kumar si è concluso con la condanna al carcere a vita per l’efferato duplice omicidio compiuto lo scorso 7 aprile a Borgo Flora. Lo straniero 36enne uccise infatti la moglie Francesca Di Grazia, 56 anni, e la figlia di appena 19 anni, Martina Incocciati. Fu lui stesso a confessare di aver afferrato un coltello al culmine dell’ennesima lite, esasperato dalle continue richieste di denaro di una donna sposata nel 2008 ma che ormai non frequentava da tempo. Dopo aver accoltellato alla gola la moglie, Kumar raggiunse e uccise la ragazza, rifugiatasi in camera da letto.  (Foto Mennella)

 

Sponsor