Menu LatinaPerStrada.it

Cronaca

Lesioni alla figlia di due mesi, bulgara arrestata ad Anzio

Una caduta dal letto non poteva provocare una disabilità permanente

Gli agenti del commissariato di Anzio hanno arrestato una 33enne bulgara accusata di tentato omicidio, lesioni gravissime ed abbandono di minore. Lo scorso gennaio la donna fece ricoverare la figlia di due mesi all'ospedale del posto per uno stato di disidratazione e sospetta bronchiolite. Mentre la madre spariva nel nulla, la piccola fu trasferita all’Umberto I di Roma dove le furono riscontrate emorragie cerebrali e fratture craniche che le avrebbero causato uno stato di disabilità permanente. Rintracciata dalla polizia, la straniera indicò le cause delle lesioni in una caduta dal letto e in un’aggressione ad opera del fratello più grande. Ritenendo inattendibile quella versione, l’autorità giudiziaria ha emesso oggi un provvedimento di custodia cautelare.  

 

Sponsor