Menu LatinaPerStrada.it

Cronaca

Omicidio Vaccaro, un delitto premeditato

Nuove accuse per i sei imputati

La pubblica accusa sembra non avere dubbi: l'omicidio di Matteo Vaccaro è stato un delitto premeditato, organizzato nell'arco di tre giorni dopo un litigio avvenuto nel locale della vittima tra i ristoratori e il cugino di Francesco D'Antonio.

Ieri, davanti alla Corte d'Assise del Tribunale di Latina, il pm Simona Gentile ha mosso l'ulteriore contestazione ai sei giovani sotto accusa, Francesco D'Antonio, Alex Marroni, Fabrizio Roma, Matteo Ciaravino, Paolo Peruzzi e Gianfranco Toseli, che si trovano adesso a dover rispondere di un omicidio pluriaggravato, in quanto premeditato e compiuto per futili motivi.

Sponsor