Menu LatinaPerStrada.it

Cronaca

Furto e riciclaggio di mezzi agricoli, sgominata la banda

Recuperati mezzi dal valore superiore ai 250mila euro

Il ritrovamento sulla Pontina Vecchia di due costosi mezzi agricoli rubati nella tenuta romana dei Conti della Faeta è stata solo la goccia che ha fatto partire l'attività di indagine della polizia stradale di Aprilia e della polizia giudiziaria di Latina. Indagini che non si sono mai fermate e che nel pomriggio di ieri hanno portato al ritrovamente di una ingente quantità di mezzi rubati e pronti ad essere riciclati.

Erano le 16,30 di ieri quando gli agenti hanno fatto  irruzione in una rimessa su via De Bellis ad Ardea, al confine con Aprilia, sorprendendo un gruppo di uomini  intenti a trasbordare da un autocarro ad un altro una grossa macchina (di marca Pomac modello len 1500) risultata rubata a Tor de’ Cenci. Grazie alla spettacolare manovra messa in atto da un agente della Stradale alla guida di un’auto di servizio, per bloccare la fuga dei malviventi, sono ora in stato di  fermo con l’accusa di riciclaggio, Emilio Loreti, 48 anni, residente a Pomezia; Mihai Descu, 29 anni  e Constantin Vasile Cretu, 30 anni entrambi romeni, tutti detenuti nel carcere di Velletri. L’ultimo, che nel tentativo di fuga aveva scordato il soprabito con i documenti di riconoscimento, è stato rintracciato poco dopo in un’abitazione privata di Aprilia. Sono in corso invece le ricerche di una quarta persona, un italiano, riuscito a fuggire.

I mezzi agricoli recuperati - dal valore complessivo di oltre 250 mila euro - sono stati sequestrati per essere restituiti ai legittimi proprietari. I poliziotti hanno anche trovato dei punzoni per la manomissione dei telai e strumentazione utilizzata per falsificare targhe di immatricolazione.

Sponsor