Menu LatinaPerStrada.it

Cronaca

Usuraio romano arrestato dalla Mobile

Per un prestito di 50mila euro ne aveva riavuti 210mila

Un imprenditore romano di 46 anni è stato arrestato dalla Mobile di Latina per usura ed estorsione. Tutto è partito dalla denuncia di una persona residente nel capoluogo, che nell’ottobre del 2011 aveva ricevuto in prestito dall’indagato 50mila euro con l’impegno a restituire il doppio della somma entro la fine dell’anno. La vittima aveva consegnato all’usuraio 5 assegni da 20mila euro, a titolo di garanzia, e non potendo onorare il debito li aveva riottenuti facendo firmare da un suo parente altri assegni e cambiali per 150mila euro. In seguito, davanti alle minacce e alle pressioni dovute ad un presunto accordo con la malavita, il pontino aveva consegnato un gommone da 44mila euro e altri beni per un ammontare di 210mila euro.  Ricostruita la vicenda, il Gip del Tribunale di Latina ha disposto per gli arresti domiciliari: il romano è stato raggiunto dagli agenti nella sua lussuosa villa dell’Olgiata.

Sponsor