Menu LatinaPerStrada.it

Cronaca

Delitto al Lido Sirenella, i commenti

"Nel sud pontino camorra e mafie dettano legge"

Il delitto al Lido Sirenella ha scatenato da più parti indignati commenti. L’associazione antimafia “Antonino Caponnetto” ha sottolineato come Terracina, Fondi, Sperlonga, Gaeta, Formia e tutto il Basso Lazio rappresentino il territorio dove camorra e mafie varie sono più presenti, soggiornano, dettano le loro leggi, investono capitali sporchi. “Non si indaga a sufficienza – si afferma nella nota - non c’è un lavoro di intelligence, la classe politica dorme e c’è una parte che probabilmente è collusa”. Antonio Turri, presidente dell'associazione "I Cittadini contro le mafie e la corruzione", ha parlato dell’inizio di una nuova sanguinosa guerra di mafia, favorita dai tagli operati alla Dia e ai reparti operativi delle forze dell’ordine. I Giovani Democratici di Latina, infine, sono tornati a sollecitare l’istituzione di un osservatorio antimafie nelle città pontine a rischio infiltrazione malavitosa.  

 

Sponsor