Menu LatinaPerStrada.it

Attualità

Autodeterminazione dal Biotestamento al Dopo di Noi

Venerdì in Comune una tavola rotonda con medici, notai e amministratori

Il Comune di Latina, in collaborazione con la Federnotai, la ASL, l’Ordine nazionale dei Medici e la Rete Città Sane, ha organizzato per venerdì 4 maggio, alle 16,30, nella Sala De Pasquale del Palazzo Civico, un convegno dal titolo “Capacità e Autodeterminazione. Principi e diritti in tema di Biotestamento e Dopo di noi”.

L’incontro è promosso dall’Amministrazione Comunale insieme con Federnotai che con questa iniziativa nel capoluogo pontino apre la propria campagna di informazione lanciata su scala nazionale per spiegare ai cittadini gli strumenti della DAT (Dichiarazione Anticipata di Trattamento) e della Legge sul cosiddetto Dopo di Noi e per riflettere più in generale sul tema dell’autodeterminazione. Per l’occasione medici, notai, amministratori aderenti alla Rete Città Sane e rappresentanti di associazioni impegnate sui temi del diritto all’autodeterminazione e alla vita indipendente si confronteranno con cittadine e cittadini sul diritto di operare scelte in piena autonomia, sulla libertà di autodeterminazione terapeutica, sui passi avanti compiuti con la legge "Dopo di noi" sul fronte delle politiche rivolte alle persone con disabilità. 

 

Da una parte la legge n. 219/2017 in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento, entrata in vigore dal 31 gennaio scorso; dall’altra la legge 112/2016 sul Dopo di Noi che stanzia attraverso le Regioni risorse ai Comuni da investire su progettualità per l'autonomia, il benessere e la piena inclusione sociale delle persone con disabilità. «Abbiamo voluto mettere insieme le due tematiche - spiega l’Assessora alle Politiche di Welfare e Pari Opportunità Patrizia Ciccarelli - in quanto riguardano entrambe l’esercizio del diritto all’autodeterminazione. Con i relatori presenti illustreremo quali sono gli strumenti a disposizione per poter scegliere liberamente e legittimamente della propria esistenza, cosa prevede la legge attuale sul fine vita, sul Dopo di Noi e in generale sulle figure a protezione di coloro che vedono limitata la propria capacità di scelta autonoma e indipendente».

Ad introdurre la tavola rotonda, insieme all’Assessora Ciccarelli, ci saranno per l’Amministrazione Comunale il Sindaco Damiano Coletta, l’Assessora alla Sicurezza e Legalità delegata anche ai Servizi demografici Maria Paola Briganti, la Consigliera e referente per il Comune della Rete Città Sane Luisa Mobili; Gianluca Abbate, del Consiglio Nazionale del Notariato; Giovanni Battista Viscogliosi, Presidente del Consiglio Notarile di Latina; il Direttore Generale della Asl, Giorgio Casati.

Interverranno come relatori: Tiziana Bolghini, Dirigente in Regione Lazio dell'Area Sussidiarietà orizzontale, Terzo settore e Sport della Direzione regionale Salute e Politiche Sociali; Giovanni Maria Righetti, Presidente dell'Ordine dei Medici di Latina; Giovanni Liotta, Presidente di Federnotai; Mina Welby, co-presidente dell'associazione Luca Coscioni; Daniele Stavolo, Presidente della Fish Lazio (Federazione italiana per il superamento dell'handicap); Ida Ferrari del Coordinamento “Via Libera” di Latina.

Modera la giornalista Simona D’Alessio.

L’incontro è aperto a tutta la cittadinanza.

 

Sponsor