Menu LatinaPerStrada.it

Attualità

Rubrica "OGGI DICO CHE... " "XENOFOBI"

A cura di Giovanni Bernardini

Dopo l'Austria, ed anche, un po', dopo la Germania, la repubblica Ceca. In quello che è giustamente considerato come il paese culturalmente più avanzato dell'est Europa trionfano le forze anti immigrazione.

E i giornalisti dei media televisivi ricominciano col solito ritornello. “Forte avanzata della destra xenofoba” affermano con una triste espressione stampata in viso.
Però... però il leader del partito della libertà, la forza “xenofoba” classificatasi al terzo posto, è un ceco-GIAPPONESE! 
Xenofobia vuol dire PAURA DELLO STRANIERO. Qualcuno mi deve spiegare come può una forza "xenofoba" essere guidata da un signore che ha si la nazionalità ceca, ma viene del lontano Giappone!
Quanto a Babis, leader del partito classificatosi al primo posto, anche lui su posizioni nettamente anti immigrazione, i nostri amati media lo definiscono sbrigativamente “un miliardario”, un po' come Trump e, prima di lui, Berlusconi.
Per loro chiunque non accetti la mielosa politica delle porte aperte ad una immigrazione fuori controllo non può che essere “xenofobo”. E se per caso è ricco non è più un leader politico ma solo un “miliardario”. Come se Obama fosse stato un mendicante. E come se Soros, il principale fautore della sostituzione etnica, non possedesse miliardi a vagonate. Lui però non è “un miliardario” ma un “filantropo”.
Punti di vista.

 

G.B.

 

Sponsor