Menu LatinaPerStrada.it

Attualità

Rubrica "OGGI DICO CHE... "EPOCALE

A cura di Giovanni Bernardini

 

Il signor Gentiloni ha fatto una grande scoperta. I processi migratori sono un fatto “epocale” destinato a durare.
C'è da restare senza fiato! Dopo lunghe e tormentate meditazioni il signor Gentiloni (mi scuso per la rima) ha scoperto... l'acqua calda.
Le migrazioni sono un fatto “epocale”... e allora?
Anche la vittoria del nazismo in Germania è stato un fatto epocale. Sono stati eventi epocali la vittoria prima e l'espansione dopo del comunismo. E' un fatto epocale il risveglio in mezzo mondo del fondamentalismo islamico. La caduta dell'impero romano, la rivoluzione scientifica prima e quella industriale dopo, la colonizzazione delle americhe, l'affermarsi delle economie di mercato, lo sviluppo della democrazia sono tutti eventi epocali, quale che sia il giudizio che se ne può dare. 
Le migrazioni sono un evento di enorme importanza, un evento epocale? SI, certo che lo sono! Le migrazioni sono destinate a produrre una sostituzione di popolazioni, il trasferimento di INTERI POPOLI da una parte all'altra del mondo. Sono di certo un evento EPOCALE. E allora? Che ATTEGGIAMENTO dobbiamo tenere di fronte ad un simile evento epocale? Dobbiamo favorirlo o contrastarlo? Accettarlo o non accettarlo? Questo è il punto.
Perché NON sta scritto da nessuna parte che se un evento o un processo sono “epocali” non si possa far altro che accettarli. Un processo epocale può essere contrastato, ed anche questo contrasto ha importanza epocale. La vittoria del nazismo è stata un evento epocale, esattamente come il suo crollo.
Per il signor Gentiloni invece il fatto che i processi migratori abbiano una importanza “epocale” implica che noi li dobbiamo accettare senza fiatare, limitandoci a balbettare qualche generica banalità sul loro “governo”.
Deprimente.

G.B.

 

Sponsor