Menu LatinaPerStrada.it

Attualità

Rubrica "OGGI DICO CHE... " DOVERI

A cura di Giovanni Bernardini

 

Il ministro Minniti parla di un nuovo piano per l'integrazione dei migranti. E mette in chiaro che a questi son richiesti anche precisi doveri. Ma come? Non solo i cittadini italiani ma anche chi accogliamo deve osservare dei DOVERI? Siamo alle soglie del razzismo, perbacco!
Ironia a parte, quali dovrebbero essere questi doveri?
Accettare la laicità dello stato e rispettare le donne sono i principali, dice il ministro. Quindi, se la logica ha un minimo di senso, Minniti ammette che la gran maggioranza dei migranti NON accetta la laicità dello stato e, almeno tendenzialmente, NON rispetta le donne. Buono a sapersi.
Però... però accettare la laicità dello stato e rispettare le donne (ad esempio, non commettere stupri) non vuol mica dire essere integrato. Se mi trasferissi in Giappone rispetterei col massimo scrupolo sia la laicità dello stato che le belle signore giapponesi, ma non sarei troppo “integrato” nella società nipponica. 
Ma... tralasciamo. Sentendo simili parole mi viene spontaneo pormi una domanda. Perché mai dobbiamo spalancare le porte ad una massa enorme di migranti salvo poi stanziare risorse sempre crescenti per cercare di “integrarli”? Agirei sensatamente, sarei un buon marito ed un buon padre, se ospitassi a casa mia un gruppo di giovanotti che ritiene cosa giusta stuprare mia moglie e mia figlia, salvo poi far loro lunghi discorsi sulla pari dignità di ogni essere umano?
Credo proprio di NO.

G.B.

 

Sponsor