Menu LatinaPerStrada.it

Attualità

Rubrica "OGGI DICO CHE... " Il Ministro buono

A cura di Giovanni Bernardini

Parlando degli stupri di Rimini il ministro Andrea Orlando ha affermato che non avere la cittadinanza crea "marginalizzazione" nella quale "crescono le devianze. L'integrazione e l'adempimento dei doveri civici servono invece ad acquisire diritti e questo può aiutare la sicurezza collettiva". 

Detto in parole più semplici, concedere la cittadinanza aiuta ad integrare i nuovi venuti e questo allontana la prospettiva di comportamenti “devianti” come gli stupri.
Favoloso, fantastico! NON si concede al cittadinanza a chi dimostra di essersi integrato nella nostra società, la si concede per “favorire l'integrazione”. Un po' come dire che a scuola non si danno buoni voti a chi studia e fa bene i compiti, ma si danno buoni voti per invogliare a studiare. 
Va da se che simili “concessioni” non favoriscono alcuna integrazione. Perché mai integrarsi quando si hanno comunque i diritti dei cittadini italiani? Forse che uno studente a cui si regala il “diciotto politico” è invogliato a studiare?
Siamo al rovesciamento di ogni logica, al delirio politicamente corretto.
Una persona normale che subisce violenza da parte da chi ha ospitato a casa sua si chiede sconvolta: “ho fatto bene ad ospitare a quel tale? Non avrei dovuto essere più attento? P
er il ministro Orlando invece chi subisce una violenza da parte di chi è stato da lui beneficiato deve chiedersi: “non era il caso di beneficiarlo maggiormente?”

E' tanto bravo questo ministro! Ovviamente non è LUI a subire alcun tipo di violenza. Ma questo è solo un dettaglio.

G.B.

 

Sponsor