Menu LatinaPerStrada.it

Attualità

Allagamenti, il Consorzio respinge le accuse

Avviato intanto l'iter per lo stato di calamità

Il Consorzio di Bonifica respinge le accuse dopo le polemiche per i danni provocati dal maltempo. Il presidente Carlo Crocetti è intervenuto per sottolineare l’eccezionalità degli eventi: la quantità di acqua piovana caduta in 48 ore – ha affermato - solitamente si registra nell’arco di un mese e mezzo.

Secondo Crocetti la manutenzione dei canali di bonifica non solo non si deve mettere in discussione ma ha indubbiamente contribuito ad arginare danni ben più gravi. Il presidente ha anche ricordato le difficoltà dell’ente, chiamato a gestire 4mila chilometri di sponde e corsi d’acqua nonostante la nota crisi finanziaria dovuta al mancato trasferimento di fondi per decine di milioni di euro.

Intanto, per le conseguenze del maltempo dello scorso 7 novembre, il Comune di Latina chiederà lo stato di calamità naturale. E’ quanto lasciato intendere dall’ufficio di protezione civile, che ha già preparato una delibera da sottoporre all’attenzione della nuova Giunta. Sarà dunque avviato l’iter per ottenere il riconoscimento da parte del Governo e per accedere di conseguenza ai fondi previsti per le zone alluvionate e per i cittadini che ne faranno richiesta.

 

Sponsor