Menu LatinaPerStrada.it

Attualità

Urbania, un piano per recuperare il credito

Intervento di Porcari del Pd: "Perso troppo tempo"

Nell’ultima seduta della commissione Viabilità è stato illustrato il nuovo piano di rientro dal debito con Urbania, la società che fino al novembre 2012 ha gestito i parcheggi a pagamento nel centro di Latina. Secondo il programma, in 36 mesi il Comune dovrebbe recuperare un credito di circa un milione e 300mila euro, incluse le penali per i mancati versamenti. Sulla vicenda non sono mancate le polemiche da parte dell’opposizione: secondo il consigliere del Pd Fabrizio Porcari l’amministrazione avrebbe dovuto subito provvedere alla messa in mora, evitando così 15 mesi di attesa e il conseguente spreco di risorse da investire nel settore della viabilità e della sicurezza stradale. «Il piano di rientro – sottolinea Porcari - include quelle penali che l’amministrazione di centrodestra ha sempre deciso di non applicare in spregio ai termini contrattuali per cui per ogni giorno di ritardo nel versamento era prevista una penale di 100 euro. Nella commissione viabilità dell’ottobre 2013 era emerso poi che le fideiussioni stipulate da Urbania come garanzia per la sottoscrizione del contratto erano “farlocche”. L’amministrazione, mentre il danno erariale si andava configurando con evidenza, non ha mai provveduto a mettere in mora il gestore e quando si è accorta dell’inconsistenza delle garanzie fideiussorie, invece di denunciare l’accaduto alla magistratura e prendere le dovute precauzioni per recuperare il credito vantato, ha fatto un accordo “bonario” con Urbania per una rateizzazione in 24 rate con abbuono delle penali e l’ha fatto malgrado l’inaffidabilità dimostrata dal gestore. Solo dalle denunce del Pd scaturite da quella commissione, con l’annuncio della preparazione dell’esposto da presentare in procura, l’amministrazione è tornata sui suoi passi, dopo una settimana è cambiato il dirigente alla viabilità e si è fatto un nuovo accordo comprensivo anche delle penali». 

 

Sponsor