Menu LatinaPerStrada.it

Attualità

Un referendum contro la nuova geografia giudiziaria

La Cassazione accoglie la richiesta di 9 consigli regionali

Il referendum per abrogare la riforma della geografia giudiziaria è “ammissibile”. Lo ha sancito l’ufficio competente della Cassazione, accogliendo la richiesta presentata da nove consigli regionali per opporsi alla chiusura di mille tribunali. Si tratta di una svolta decisiva per le sorti delle sedi di Gaeta e Terracina, destinate ad essere chiuse secondo le contestate disposizioni del decreto legge del 2012. Il consigliere regionale pontino Giuseppe Simeone, da sempre in prima linea contro i tagli alla Giustizia, ha accolto con soddisfazione la decisione della Cassazione. 

 

Sponsor