Menu LatinaPerStrada.it

Attualità

Aprilia, arrivano le varianti urbanistiche

Il via libera dalla Regione per zona industriale e località Montarelli

‘La giunta regionale del Lazio ha approvato su proposta del vice-presidente e assessore all’urbanistica Luciano Ciocchetti la variante al piano regolatore generale del Comune di Aprilia da zona a verde pubblico e sportivo (zona G) a zona a villette residenziali (zona C, sottozona C2 simintensiva e C4). La giunta ha anche approvato la variante che consente la parziale trasformazione dell’attuale comparto industriale (sottozona D2) sulla Nettunense in centri commerciali e servizi privati (sottozona D1) attuata con delibera del consiglio comunale”. Lo annuncia l'assessore regionale Aldo Forte.
“Si tratta - spiega Forte - di un atto importante per la riqualificazione urbanistica della città di Aprilia e, soprattutto, per la realizzazione di nuove e più moderne strutture abitative, nonché di servizi in grado di rispondere alla crescita anche demografica della città. Un atto che dimostra la grande sensibilità dell’attuale amministrazione regionale e, in particolare, dell’assessore Ciocchetti per la valorizzazione dei territori periferici del provincia di Latina e del Lazio. E per l’innalzamento della qualità della vita delle persone che vivono in quelle aree”.
In particolare, la prima delle due varianti riguarda un’area di oltre 55 mila mq sita in località “Montarelli” che si trova in stato di abbandono. La variante prevede di trasformare circa 10 mila mq in Zona C e Sottozona C2 - Semintensiva e 18.538 mq. in Sottozona C4 - Villette residenziali, confermando la rimanente superficie di 26.415 mq come Zona G - Verde pubblico e sportivo.
La seconda delle due varianti, invece, risponde all’esigenza di realizzare un intervento di tipo commerciale e, al contempo, di recuperare e riutilizzare i vecchi fabbricati industriali dismessi e ormai in totale stato di abbandono presenti nell’attuale area industriale. Infatti,il comune di Aprilia dispone di una sola zona commerciale vicino alla strada Pontina, ormai in fase di completamento, nella quale i lotti rimanenti non consentono la realizzazione di un eventuale struttura di maggiori dimensioni. Con la variante nascerà un’altra area sulla Nettunense.
“Inoltre, con questa delibera – conclude Forte – come con il piano Casa, la Regione continua la propria politica attenta a rimettere in moto l’economia e a creare occupazione, soprattutto in un periodo di crisi e grandi difficoltà come quello che stiamo vivendo. Una strategia mirata, prima di tutto, ai bisogni delle famiglie e delle persone, che parte dal basso per rilanciare la società”.

Sponsor