Menu LatinaPerStrada.it

Attualità

Moscardelli: ""Bene il turno amministrativo del Pd, grande prova di Bartolomeo"

Il senatore pontino invita a "puntare al cuore industriale della provincia"

Riportiamo un intervento del senatore pontino del Pd, Claudio Moscardelli, in merito al risultato delle ultime amministrative.

"Il risultato di Sandro Bartolomeo a Formia che si aggiunge alle vittorie di Priverno con Angelo Delongo e Lenola con Andrea Antongiovanni al primo turno, segnano un passo in avanti importante per il centrosinistra pontino. Colgo l'occasione per fare i miei complimenti a Sandro Bartolomeo che riporta al centrosinistra una città importante della provincia pontina, ricordando quanto ha fatto Antongiovanni a cui mi lega anche una solida amicizia personale e Angelo Delogu a Priverno. Certo non nascondo i problemi che abbiamo evidenziato ad Aprilia e Sabaudia, ma oggi siamo un interlocutore piu' forte davanti ai cittadini di questa provincia. Candidati credibili e capacità di rappresentare al meglio una società complessa come la nostra, sono gli ingredienti di questo risultato, ripeto positivo. Positivo, perchè vanno registrati anche i numeri del Pdl che partiva dalla guida di tutte le amministrazione in campo, tranne Aprilia e che ora resta con Sonnino, per una manciata di voti, e Campodimele. Questo quadro ci fa ben sperare per capitalizzare quanto abbiamo fatto due anni fa a Latina e andare avanti per portare il Pd essere una offerta politica competitiva per gli elettori pontini in tutte le competizioni in campo, certo vanno valutate azioni importanti per riportare il nostro partito a prendere la guida della testa industriale di questa provincia, Aprilia e Cisterna. Comuni in cui dove eravamo capaci di esprimere il governo, cosa che non ci riesce ormai da troppo tempo. La vittoria, oggettiva, di questa tornata elettorale ci soddisfa ma ci mette davanti nuovi traguardi piu' ambiziosi. Naturalmente serve l'impegno di tutti nel centrosinistra, dove si deve lavorare per il partito e per la coalizione e a superare sterili percorsi dettati da ambizioni personali . Registro, inoltre, il risultato dell'Udc e dei moderati del centrodestra. Dobbiamo registrare la fine di un ciclo che si è impersonato in Michele Forte. Il Pdl, dal canto suo, perde Formia ma anche Sabaudia. Quest'ultima, certo, in un derby interno ma questo non sposta il nodo della sua crisi identitaria. Una difficoltà evidenziata dalle spaccature dentro le amministrazioni che fanno riferimento a quella parte politica. E' accaduto ieri a Sabaudia, come prima era accaduto a Terracina, e al primo turno a Formia dove il candidato del Popolo della Libertà è stato escluso dal ballottaggio. Tre casi coincidenti, cominciano ad essere prova di una crisi, vale nei romanzi gialli, vale ancor di piu' nella politica vera.
Il Pd è l'unica offerta credibile per una società complessa come la nostra che si deve porre come obiettivo quello di riattivare l'ascensore sociale bloccato dalla crisi e da politiche economiche e sociali del centrodestra che hanno paralizzato il Paese. La nostra idea di giustizia sociale, il discrimine tra centrodestra e centrosinistra, sta in questo nella speranza per tutti di migliorare le proprie condizioni di vita. Il Pd si pone oggi come interlocutore credibile dei bisogni della intera comunità, crediamo anche di essere stati compresi nel progetto di dare una prospettiva di crescita attraverso l'innovazione in settori industriali, dell'agricoltura dentro una provincia che ha piu' vocazioni, ma anche tanti rischi se non si innova, se non si sceglie il cambiamento.
Solo due mesi fa questa indicazione ha rischiato di essere travolta dalla protesta, ora con il ritorno alla ragione le nostre ragioni stanno emergendo. Ancora un grazie profondo per l'impegno e la tenacia che hanno premiato Sandro Bartolomeo, che ci ha regalato domenica e lunedì una importantissima vittoria".(foto Mennella)

Sponsor