Menu LatinaPerStrada.it

Attualità

Sigma Prime, aumenta la preoccupazione dei lavoratori

Punti vendita a rischio chiusura, con conseguente perdita di 400 posti. A breve una assemblea sindacale

Non si placa la preoccupazione e l'incertezza. Il futuro dei lavoratori Sigma Prime (ex Midal) è ancora un punto interrogativo. L’allarme lanciato a margine dell’ultimo vertice provinciale dal Gruppo Sigma Prime subentrato a Midal un anno fa attraverso un fitto di ramo d’azienda, non è per nulla rientrato.
Se infatti i curatori fallimentari che si stanno occupando del fallimento del Gruppo Midal non cambieranno idea rispetto alla revoca dei contratti di affitto e delle relative licenze commerciali, il rischio reale è proprio quello di una chiusura di tutti i punti vendita con la conseguente perdita di circa 400 posti di lavoro. Gli unici supermercati che si salveranno sono quelli presenti all’interno di edifici che avevano un proprietario diverso da Midal, così come le licenze commerciali. Nel dettaglio non correranno il rischio il punto vendita del centro commerciale Le Torri (ex Gusto) e il negozio del Sermoneta Shopping Center, entrambi attualmente a marchio Conad. Prevista una assemblea sindacale che vedrà partecipare insieme i sindacati Filcams Cgil, Fisacat Cisl, Uiltucs Uil e Ugl.

Sponsor